Le “Lezioni di governance politica ed economica internazionale” di Maurizio Melani

Melani_GovernanceMaurizio Melani, già direttore generale per la promozione del sistema Paese del Ministero degli Affari Esteri ed Ambasciatore in Iraq, ha pubblicato un volume dal titolo “Lezioni di governance politica ed economica internazionale” (Eurilink, 2014) destinato in particolare agli studenti e a tutti coloro che sono interessati alle relazioni internazionali.

Ecco la descrizione dalla quarta di copertina:
“Il libro descrive con una visione integrata l’evoluzione degli equilibri politici, economici e di sicurezza mondiali e regionali, delle loro interrelazioni e degli strumenti formali e informali per il loro regolamento. Esso è quindi diretto a favorire, attraverso una analisi storica degli sviluppi verificatisi, la comprensione dei sistemi di gestione dei rapporti internazionali. Nella sue pagine sono esaminati in modo agile e sintetico, dalla nascita degli Stati moderni ad oggi, i ruoli, le capacità e l’efficacia dei diversi soggetti, dei sistemi di composizione degli interessi e di gestione dei conflitti e delle architetture di governance (equilibrio delle potenze, concerti e direttori, alleanze, organizzazioni universali e regionali, settoriali e funzionali, processi di integrazione e di devoluzione della sovranità), con una delineazione dei possibili scenari futuri, anche in considerazione delle innovazioni nelle tecnologie, nelle comunicazioni, nei processi produttivi, nelle diverse forme di distribuzione internazionale del lavoro e delle loro implicazioni per la sicurezza globale e la sostenibilità ambientale.
E’ destinato agli studenti di relazioni internazionali e a tutti coloro che sono interessati a questi temi.”

Melani, Maurizio. Lezioni di governance politica ed economica internazionale, Eurilink, Roma, 2015, pp. 251. € 18.

Maurizio Melani
È stato Direttore Generale per la promozione del sistema paese al Ministero degli Esteri e precedentemente Ambasciatore in Iraq, Rappresentante italiano nel Comitato Politico e di Sicurezza dell’Unione Europea, Direttore Generale per l’Africa e Ambasciatore in Etiopia. A Roma ha tra l’altro diretto l’ufficio per i rapporti con il Parlamento nel Gabinetto del Ministro. È stato all’inizio della sua carriera nelle Ambasciate a Londra e in Tanzania. È Consigliere di Amministrazione della Agenzia ICE ed insegna presso la Link Campus University.

Annunci

“Dante e il suo tempo”: l’ultimo libro di Raffaele Campanella

Campanella_Dante_tempo_smRaffaele Campanella ha appena pubblicato un nuovo libro dedicato a Dante.  Il volume si intitola “Dante e il suo tempo” (Edicampus, 2014) ed è una ideale continuazione della sua ricerca e dell’approfondimento sul “sommo poeta” già intrapreso con un precedente volume e altri scritti.

Questa la breve scheda descrittiva elaborata dall’editore:
“Il legame inscindibile fra l’opera di Dante Alighieri, a partire dal monumentale progetto della Commedia, e il contesto culturale, sociale, politico e religioso in cui il poeta fiorentino si ritrovò immerso nel corso della propria vita è il tema affrontato da Raffaele Campanella in questo volume. Abbracciando con uno sguardo quanto più possibile ampio la realtà storica e i precari equilibri di potere in un periodo contrassegnato da tensioni locali (la divisione di Firenze tra le fazioni dei guelfi Bianchi e dei guelfi Neri) ma anche da conflitti di portata ben più ampia e globale (il logorante “braccio di ferro” fra papato e impero), l’autore ripercorre l’esistenza e l’attività letteraria di Dante analizzando le basi concettuali e gli aspetti peculiari della sua produzione, attraverso un’analisi della Commedia, ma anche di altri scritti danteschi, che permette di ricollegare alcuni degli episodi più celebri del viaggio del pellegrino tra Inferno, Purgatorio e Paradiso con le sue vicende biografiche, gli ideali portati avanti con coraggio e sacrificio personale e gli influssi di un’epoca gravida di contraddizioni e di radicali cambiamenti.”

Raffaele Campanella, Dante e il suo tempo, Edicampus, Roma, 2014, pp. 185, €  18,00.

Raffaele Campanella, diplomatico di carriera, ha prestato servizio, oltre che al Ministero degli Affari Esteri, presso le Ambasciate a Lima, Tel Aviv, L’Avana, Parigi e Buenos Aires. Dal 1991 al 1996 è stato ambasciatore in Costa D’Avorio e dal 2000 al 2003 Ambasciatore in Lussemburgo. Nel 2006 ha pubblicato il libro “Riflessioni di un uomo comune” e nel 2011 “Dante e la Commedia”, entrambi con la casa editrice Edimond.

L’Umbria ed il nuovo romanzo di Lorenzo Angeloni

Lorenzo Angeloni, diplomatico e scrittore perugino attualmente Ambasciatore d’Italia in Vietnam, ha appena pubblicato un nuovo romanzo dal titolo “300 anni” (Guerra edizioni 2012). Questo suo libro rappresenta un omaggio all’Umbria, sua terra natale.

Ecco una breve descrizione dalla quarta di copertina del libro:
“Sette generazioni, un solo mestiere. 300 anni è la storia di una famiglia della campagna perugina, dal Settecento ai giorni  nostri, attraverso le tappe scritte dalla Storia e le tracce lasciate dalla vita dei protagonisti.”

Lorenzo Angeloni (Perugia, 3 maggio 1958) si è laureato in Giurisprudenza nel 1981 all’Università di Perugia ed è entrato in carriera diplomatica nel 1985. Ha prestato servizio a Montevideo, Francoforte ed Algeri. E’ stato Ambasciatore a Khartoum dal 2003 al 2007, durante lo scoppio della crisi del Darfour. Dal 2010 è Ambasciatore d’Italia ad Hanoi (Vietnam). Ha pubblicato saggi e reportage di politica internazionale, oltre a tre romanzi.

Lorenzo Angeloni, 300 anni, Guerra Edizioni, Perugia, 2012, pp. 144, € 12.00

Sergio Romano e le vite parallele di Biancheri

Nel rispondere ad un lettore, Sergio Romano, nella sua rubrica sul Corriere della Sera del 3 gennaio scorso, ha scritto un bell’articolo dedicato alla figura del diplomatico-scrittore Boris Biancheri, scomparso nel luglio 2011.
L’articolo ha un titolo significativo “Un diplomatico scrittore. Le vite parallele di Biancheri” e si sofferma soprattutto sull’opera letteraria di Biancheri.
Come giustamente sostiene Romano “I libri scritti da Biancheri fino all'”Elogio del silenzio” apparso qualche mese fa come gli altri presso Feltrinelli, sono opere di un vero scrittore, non di uno scrittore della domenica”.
L’articolo è disponibile alla pagina:
http://rassegna.camera.it/chiosco_new/pagweb/getPDFarticolo.asp?currentArticle=18X3ZO
Per una descrizione dei sei libri pubblicati da Boris Biancheri è possibile consultare il sito dedicato ai libri scritti da diplomatici italiani:
http://baldi.diplomacy.edu/diplo/listbooks.htm

L’Ambasciatore Raffaele Campanella spiega Dante nel suo ultimo libro

Raffaele Campanella, che ha concluso la sua carriera diplomatica nel 2003 come Ambasciatore d’Italia in Lussemburgo, è un apprezzato studioso di Dante. Negli anni sono state numerose le occasioni in cui egli ha tenuto conferenze e lezioni sul “Sommo Poeta”. L’Amb. Campanella ha da poco pubblicato un saggio dal titolo “Dante e la Commedia” (Edimond, 2011).
Questa la breve scheda descrittiva elaborata dall’editore:
L’opera si propone di rendere accessibile a un vasto pubblico un’opera molto complessa sulla quale le analisi dei vari aspetti e gli studi sono sempre in evoluzione. Il testo di Campanella inquadra, con uno stile sobrio, preciso e chiaro, Dante Alighieri ponendolo in rapporto con il contesto letterario e storico, la sua concezione della religione, della letteratura, della politica e in ultimo del mondo. Dante e la Commedia è una sorta di guida ragionata dell’universo dantesco, che analizza in maniera puntuale le tre cantiche e ci fa rileggere con occhio differente gli splendidi versi del sommo poeta.

Raffaele Campanella, Dante e la Commedia, Edimond, Città di Castello, 2011, pp. 280, €  26,00.

Raffaele Campanella, diplomatico di carriera, ha prestato servizio, oltre che al Ministero degli Affari Esteri, presso le Ambasciate a Lima, Tel Aviv, L’Avana, Parigi e Buenos Aires. Dal 1991 al 1996 è stato ambasciatore in Costa D’Avorio e dal 2000 al 2003 Ambasciatore in Lussemburgo. E’ stato Consigliere dell’Istituto Italo Latino Americano. Nel 2006 ha pubblicato il libro “Riflessioni di un uomo comune” (Edimond, 2006).