L’ultimo volume dell’Amb. Gaetano Cortese sulla Residenza dell’Ambasciatore d’Italia a Bruxelles

Cortese_Bruxelles_2019L’Amb. Gaetano Cortese aggiunge un nuovo titolo alla lunga lista dei libri sulle Ambasciate italiane da lui pubblicati. Questa volta si tratta di un’Ambasciata che conosce bene, quella di Bruxelles, dove è stato Capo Missione dal 1999 al 2003. Il nuovo libro si intitola “Il Palazzo di Avenue Legrand. Residenza dell’Ambasciatore d’Italia presso Sua Maestà il Re dei Belgi” ed è stato realizzato in occasione della ricorrenza del centenario dell’acquisizione dell’Italia della Residenza.

Il Palazzo di Avenue Legrand che ospita dal 1919 la Residenza dell’Ambasciatore d’Italia presso il Re dei Belgi, sorge nelle adiacenze del “Bois de la Cambre” (area verde tra le più incantevoli di Bruxelles) e della elegante Avenue de Louise. Il Palazzo, divenuto proprietà del Re d’Italia Vittorio Emanuele III, fu ulteriormente abbellito con preziosi dipinti, suppellettili e mobili provenienti dal castello di Moncalieri, vicino a Torino.

Il volume si apre con una prefazione dell’ambasciatrice Elena Basile, con un indirizzo di saluto dell’ambasciatore belga a Roma Frank Carruet, con un ricordo dell’ambasciatore Umberto Vattani sul Festival di Europalia 2003, con un contributo dell’ambasciatore Rocco Cangelosi su Belgio e Italia all’avanguardia delle integrazione europea e con una analisi storica del Professor Francesco Perfetti su Italiani e Belgi: un antico sodalizio.

Il libro molto accurato e di grande interesse, in lingua italiana, segue la scia delle precedenti pubblicazioni dell’ambasciatore Gaetano Cortese dedicate alle nostre più prestigiose rappresentanze diplomatiche, tese a promuovere e valorizzare il patrimonio architettonico ed artistico delle proprietà demaniali dello Stato italiano all’estero (L’Ambasciata d’Italia a Bruxelles, L’Ambasciata d’Italia a L’Aja, Il Palazzo di Sophialaan, La Villa di Inkognitogaten – L’Ambasciata d’Italia a Oslo, Il Palazzo sul Potomac – L’Ambasciata d’Italia a Washington (2011) – The Embassy of Italy in Washington (2012 e seconda edizione 2014), Il Palazzo Metternich nel bicentenario del Congresso di Vienna (2015), Il Palazzo Metternich nel 170 anniversario della sua costruzione (2017), Il Palazzo sul Tiergarten. L’Ambasciata d’Italia a Berlino, 2017, Il Palazzo di Venezia a Istanbul. Residenza dell’Ambasciatore d’Italia, 2018.

CORTESE Gaetano, Il Palazzo di Avenue Legrand. Residenza dell’Ambasciatore d’Italia presso Sua Maestà il Re dei Belgi, Servizi Tipografici Carlo Colombo, Roma, 2019, pp. 506

Dal 2006 al 2009 Gaetano Cortese è stato Ambasciatore d’Italia nel Regno dei Paesi Bassi e Rappresentante Permanente d’Italia presso l’Organizzazione per la Proibizione delle Armi Chimiche (OPAC) a L’Aja e dal 1999 al 2003 Ambasciatore d’Italia nel Regno del Belgio. In precedenza ha prestato servizio presso le Ambasciate d’Italia di Zagabria, Berna, L’Avana, Washington e alla Rappresentanza Permanente d’Italia presso l’Unione Europea di Bruxelles, in qualità di Ministro Consigliere. Dal 1992 al 1999 ha ricoperto l’incarico di Consigliere aggiunto per la Informazione e la Stampa del Presidente della Repubblica. E’ autore di testi giuridici e di numerosi articoli di diritto comunitario e internazionale pubblicati quando a Parigi era Docteur de l’Université de Paris en Droit International della Facoltà di Giurisprudenza della Sorbona e a Roma Assistente di Organizzazione Internazionale e di Diritto Internazionale alla Facoltà di Scienze Politiche dell’Universita’ degli Studi (La Sapienza).

Per altre informazioni su libri scritti da diplomatici consultare il sito http://baldi.diplomacy.edu/diplo

 

“Soprattutto niente zelo”: il nuovo libro di Sandro Siggia

siggia_parcours_smSandro Maria Siggia, ex Ambasciatore a Bruxelles, ha da poco pubblicato un nuovo libro dal titolo “Soprattutto niente zelo. Accident de parcours” (Carlo Marconi, 2013). Si tratta di un volume di carattere autobiografico che ripercorre, con ricchezza di particolari e di riferimenti, gli eventi che hanno caratterizzato l’ultimo periodo della sua permanenza a Bruxelles.

Ecco la descrizione del libro presente sulla quarta di copertina:
“In “Soprattutto niente zelo” l’autore descrive con toni gravi e lievi un episodio atipico, al limite del surreale, accaduto durante il periodo in cui prestava servizio a Bruxelles. Nomi di colleghi e di personaggi della politica si affacciano nel corso del breve racconto che testimonia una fase particolarmente confusa attraversata dal nostro paese, caratterizzata dal fenomeno della pubblicazione delle intercettazioni telefoniche.”
SIGGIA, Sandro Maria. Soprattutto niente zelo. Accident de parcours, Carlo Marconi, Roma, 2013, pp. 145.

Il volume può essere ordinato all’editore all’indirizzo info@castellodifoglia.com

Sandro Siggia è un diplomatico italiano che ha prestato servizio in Vietnam, Cambogia, Cina, ed in Bangladesh come Capo missione. Ha terminato la sua carriera come Ambasciatore d’Italia a Bruxelles. Appassionato di storia ha pubblicato “Afghanistan. Guerra infinita” (Carlo Marconi, 2002) e “Y – Saigon 1972” (Rubbettino, 2010).