Sergio Romano e le vite parallele di Biancheri

Nel rispondere ad un lettore, Sergio Romano, nella sua rubrica sul Corriere della Sera del 3 gennaio scorso, ha scritto un bell’articolo dedicato alla figura del diplomatico-scrittore Boris Biancheri, scomparso nel luglio 2011.
L’articolo ha un titolo significativo “Un diplomatico scrittore. Le vite parallele di Biancheri” e si sofferma soprattutto sull’opera letteraria di Biancheri.
Come giustamente sostiene Romano “I libri scritti da Biancheri fino all'”Elogio del silenzio” apparso qualche mese fa come gli altri presso Feltrinelli, sono opere di un vero scrittore, non di uno scrittore della domenica”.
L’articolo è disponibile alla pagina:
http://rassegna.camera.it/chiosco_new/pagweb/getPDFarticolo.asp?currentArticle=18X3ZO
Per una descrizione dei sei libri pubblicati da Boris Biancheri è possibile consultare il sito dedicato ai libri scritti da diplomatici italiani:
http://baldi.diplomacy.edu/diplo/listbooks.htm

Annunci

Sergio Romano ricorda Silvio Fagiolo sul Corriere della Sera

Nella sua rubrica di lettere al Corriere della Sera, Sergio Romano ha scritto pochi giorni fa (30 agosto) su Silvio Fagiolo e sui suoi libri.
Il testo dell’articolo dal titolo “ESPERIENZE E RIFLESSIONI DI UN DIPLOMATICO DELUSO” è disponibile alla pagina:

http://archiviostorico.corriere.it/2011/agosto/30/ESPERIENZE_RIFLESSIONI_DIPLOMATICO_DELUSO_co_9_110830082.shtml

“L’Italia disunita”, l’ultimo libro di Sergio Romano

L’Ambasciatore Sergio Romano ha appena pubblicato un nuovo libro insieme allo storico francese Marc Lazar. Si tratta del risultato di un dialogo-confronto fra i due moderato,o piuttosto stimolato, dal giornalista Michele Canonica. Il significativo titolo del libro è “L’Italia disunita” (Longanesi, 2011).

Ecco una breve scheda del libro a cura dell’editore che ne descrive il contenuto.

“Buon compleanno, Italia. Centocinquanta di questi anni, verrebbe da dire. Ma qualcosa non torna. I tempi sono quelli che sono, di crisi non soltanto economica ma culturale, di prospettiva. Il passato è un parente alquanto lontano, e il futuro un’equazione a più∙ incognite. Viviamo alla giornata in un permanente equilibrio precario, privo di orizzonti stabili. A dirla tutta, l’impressione èche non si sa bene che cosa celebrare. Un secolo e mezzo dopo, siamo sempre in bilico tra identità nazionale e radici locali, teoria degli insiemi campanili. Con tutto ciò che ne consegue. Sergio Romano, Marc Lazar e Michele Canonica ne sono consapevoli, naturalmente, e il loro confronto non esclude il disaccordo, anzi se ne alimenta. Un viaggio che tocca tutte le stazioni nello spazio e nel tempo, e che soprattutto esplora la realtà quotidiana, dello Statole dei cittadini, in ogni aspetto: sanità, pensioni, giustizia, pubblica amministrazione, trasporti, infrastrutture, forze armate, scuola, cultura,informazione, turismo, spettacolo, sport, gastronomia, moda, design, piccole e medie imprese. Ne risulta, tra domande, risposte e ipotesi, un quadro completo e fedele (anzi, una radiografia) del Bel Paese e del rapporto che gli italiani hanno con la loro memoria storica, più∙ o meno condivisa.”

Sergio ROMANO, Marc LAZAR, Michele CANONICA. L’Italia disunita, Longanesi, Milano, 2011, pp.190, Euro 15.